header

Oggi, giovedì 25 gennaio 2018, gli studenti albesi delle terze medie si sono date appuntamento presso la Chiesa di San Giuseppe per ricordare la tragedia delle deportazioni e dell’uccisione dei prigionieri ebrei, e non solo, nei lager nazisti di Dachau, Auschwitz, Mauthausen. L’attenzione è stata posta sulle leggi razziali degli Anni Trenta del secolo scorso. 250 alunni hanno seguito con attenzione l’illustrazione delle leggi razziali e le loro conseguenze in termini di sofferenze, martirio e torture nei campi di sterminio. Il video proiettato stamane è frutto di un lavoro di ricerca e di ricomposizione grafica e fonica eseguito dagli stessi studenti albesi con fotografie originali. Attraverso il racconto di Angelo Travaglia alle diapositive sono stati ripercorsi i dolorosi momenti che vanno danno promulgazione delle leggi antisemitiche, alla deportazione, alle condizioni di sfruttamento e annientamento fisico e mentale dei prigionieri nei lager. Travaglio, pur essendo morto nel 1998, è stato di guida e commento alla visita ai campo di sterminio nazisti e testimone prezioso per i nostri giovani. Gli studenti hanno quindi effettuato la visita allestita presso la “Sala Beato Giuseppe Girotti” e, con le loro domande, hanno potuto comprendere l’importanza della memoria, scevra tuttavia da ulteriori sentimenti di odio, perché l’intolleranza e la persecuzione non si ripetano più.

Premio al capo nazionale della Protezione civile

«Punto di riferimento per il coordinamento nelle attività di gestione emergenze, dimostrato durante il terremoto che ha colpito il Centro Italia». Con questa motivazione, il Presidente dell’associazione Centro Culturale Onlus Roberto Cerrato ha assegnato il Premio San Giuseppe 2017 al Capo Dipartimento di Protezione Civile Nazionale, dott. Angelo Borrelli. Consegnati anche i contributi della Fondazione Cagnasso e i riconoscimenti Terre di Langa e Roero a Carla Bonino, sindaco di Vezza, e Silvano Stella, presidente dell’Associazione Coazzolo Art.

 

Fotografie di Bruno Murialdo.

Da sinistra: l'Onorevole Mariano Rabino, il Presidente Roberto Cerrato, il Capo Dipartimento Angelo Borrelli e l'Onorevole Giovanni Monchiero.

 

 

Il libro di Mario Marengo "Regina Angelorum"

 

Da sinistra: Tonino Buccolo, Roberto Cerrato, Mario Marengo ed Edoardo Borra in occasione della presentazione del libro Regina Angelorum.

Tartufo a Marotta - amministratore Juventus

In occasione della consegna a Claudio Marchisio, giocatore della Juventus e della Nazionale italiana di calcio, era presente anche l'Amministratore delegato della Juventus F.C. dott. Beppe Marotta.

Claudio Marchisio socio San Giuseppe

Il momento in cui Roberto Cerrato, presidente del Centro Culturale San Giuseppe onlus, consegna a Claudio Marchisio il riconoscimento di Socio ad honorem del nostro sodalizio.

Claudio Marchisio - consegna tartufo

Il momento della consegna del tartufo a Claudio Marchisio per essere stato il giocatore della Juventus ad aver segnato la prima rete nel campionato campionato 2010-2011.

Bottiglia di solidarietà - inziativa benefica con Claudio Marchisio

Claudio Marchisio è il testimonial dell'iniziativa "Una bottiglia di solidarietà". Nell'immagine insieme a Roberto Cerrato presidente del Centro Culturale San Giuseppe onlus,  Massimo Corrado di Go Wine e l'Assessore provinciale allo Sport Roberto Russo, sono fotografati i produttori che hanno partecipato all'iniziative di solidarietà a favore dell'Ospedale Sant'Anna di Torino.

Bottiglia di solidarietà - inziativa benefica con Claudio Marchisio

Durante la manifestazione "Una bottiglia della solidarietà" Roberto Cerrato, insieme ai medici dell'Ospedale Sant'Anna di Torino, ha illustrato l'iniziativa a scopo benefico.