Mercoledì 22 maggio, alle ore 20.30, presso la Chiesa di San Giuseppe, piazzetta San Giovanni Paolo II ad Alba, si celebrerà una Santa Messa in ricordo di Santa Rita da Cascia officiata da don Renzo Costamagna e accompagnata dai canti del “Coro Stella Alpina” di Alba diretto dal Maestro Giuseppe Tarabra.
Al termine della funzione religiosa presentazione della pubblicazione “Vita di Santa Rita da Cascia” e “Benedizione delle rose” presso la statua di Santa Rita.
In Sala Padre Girotti: “Mostra delle rose recise” aperta dal mercoledì alla domenica dalle ore 14.30 alle 18.30 fino a domenica 26 maggio.
Perché Santa Rita è la Santa delle rose?
Durante l’ultima malattia di Rita una cugina, discesa da Roccaporena al convento di Cascia, prima di riprendere la via del ritorno, domanda a suor Rita: “Hai qualche incarico per la nostra borgata?”. “Si, si,- risponde Rita – Passando davanti all’orto di casa mia, entra, vai al rosaio, raccoglimi una rosa e portamela.” La parente dando uno sguardo alla neve che seppellisce ogni cosa sulla montagna, pensa ad un delirio febbrile, non contraddice e promette. Arrivata faticosamente alla borgata, passa davanti all’orticello di Rita e ricordando l’incarico avuto alza lo sguardo verso il rosaio. Non crede ai suoi occhi! Sul candore della neve spunta un tralcio verde sormontato da una magnifica rosa rossa. La cugina, ignorando la stanchezza, ritorna immediatamente da Rita che riceve con un sorriso di gioia e di riconoscenza la rosa del miracolo. Il desiderio di Rita di avere una rosa, soddisfatto da una fioritura miracolosa, viene ricordato ogni anno dai devoti della Santa il 22 maggio.