Un nuovo spazio espositivo allestito all’interno nel percorso acheologico musealizzato dell’ex Confraternita di San Giuseppe che mette in luce le strutture seicentesche della chiesa accanto a tracce archeologiche dell’epoca romana e medievale. Saranno esposti quadri e sculture. Il primo allestimento, appena la situazione COVID-19 lo permetterà, presenterà una decina di opere: tra queste alcuni dipinti di Bruno Sacchetto, Tanchi Michelotti e Romilda Suppo, oltre alla scultura di Massimo Bertolini in ricordo di Davide Lajolo, Ulisse, donata da Laurana Lajolo, figlia dello scrittore e presidente dell’Associazione culturale che ne porta il nome.

Per rendere ottimale la fruizione dell’esposizione nella galleria sotterranea è anche stato potenziato l’impianto di illuminazione.

Di seguito l’articolo uscito sul settimanale Gazzetta d’Alba.